Il bambino impara l'inglese senza accorgersene

Nido bilingue (6-36 mesi)

Il progetto educativo per l’anno scolastico 2018/2019 è incentrato sul tema: “Alla riscoperta della natura con le quattro stagioni”. Al nido, il bambino imparerà a utilizzare i propri sensi per comunicare con la natura partendo dall’osservazione dei fenomeni naturali e atmosferici legati alle stagioni.

 

L’obiettivo è permettere al bambino di acquisire in modo graduale la consapevolezza del mondo circostante e l’esperienza conoscitiva si allargherà alla realizzazione di materiale legato alla stagione e alla scoperta dei colori, degli animali, del corpo, etc.

 

Al centro del progetto c’è il benessere del bambino e la sua progressiva conquista di autonomia: gli insegnanti della Benedetto XV International School plasmeranno un mondo organizzato sull’arte del fare e sull’uso dei sensi per portarlo a conoscere la natura e le sue componenti essenziali.

Programmazione

Il piano didattico del nido bilingue è suddiviso in quattro periodi: autunno (settembre-ottobre-novembre), inverno (dicembre-gennaio-febbraio), primavera (marzo-aprile), estate (maggio-giugno).

Autunno

In questi mesi, il bambino osserva dalla finestra il cadere delle foglie e iniziano a confrontarsi con i suoni, i colori e i profumi della stagione che precede l’inverno. Il percorso educativo prevede la creazione di un grande albero con il collage del materiale raccolto (foglie, rametti) e la realizzazione di un cartellone con tempere che richiamano i colori della stagione autunnale (rosso, giallo, arancio).

 

Una volta alla settimana, viene proposto l’assaggio di alcuni frutti di stagione (uva, melograno, castagne, zucche, cachi, mele, pere) che verranno anche disegnati con pastelli a cera.

Inverno

La brina, i rami spogli e i colori grigi segnalano l’avanzare dell’inverno. L’esperienza con la stagione più fredda dell’anno parte quindi dalla scoperta del caldo e del freddo attraverso sensazioni tattili (stoffe, pellicce, lana, acqua fredda) e mediante la realizzazione di un cartellone in cui prevalgono il bianco e il grigio.

 

Anche in questa fase è previsto l’assaggio di alcuni frutti e aromi di stagione (limone, arancio, mandarino, cavolo, carciofi, fagioli, lenticchie, tisane). Con l’aIl progetto educativo per l’anno scolastico 2017/2018 è incentrato sul tema: “Alla riscoperta della natura con le quattro stagioni”. Al nido, il bambino imparerà a utilizzare i propri sensi per comunicare con la natura partendo dall’osservazione dei fenomeni naturali e atmosferici legati alle stagioni.vvicinarsi delle vacanze natalizie, il bambino viene stimolato nella creazione di piccoli oggetti e addobbi per la casa.

Primavera

Il risveglio della natura viene accolto con grande entusiasmo: fioriscono i prati e gli alberi, si accendono i colori e dalle finestre aperte inizia ad entrare il tepore primaverile. Il grande parco giochi (2000 m²) e l’orto didattico diventano il teatro delle esplorazione dei bambini, che hanno la possibilità di assistere in prima persona alla rinascita di piante e fiori.

 

La rielaborazione dell’esperienza prevede la realizzazione di un grande prato con collage di materiali primaverili e di un cartellone con l’utilizzo di colori primaverili (verde, chiaro, giallo, rosa). I frutti di stagione che vengono proposti all’assaggio e fatti disegnare ai bambini sono fragole, ciliegie e piselli. In occasione delle festività primaverili (Pasqua, festa del Papà, festa della Mamma), i bambini potranno esprimere liberamente la loro creatività nella realizzazione di oggetti, addobbi o collage.

Estate

Con l’aumento delle temperature, le educatrici richiamano l’attenzione dei bambini nei confronti del caldo e propongono giochi con l’acqua. In questa stagione, viene realizzato un grande mare con il collage delle diverse tonalità di blu.

Tolleranza, rispetto e armonia sono i valori fondanti della scuola Benedetto XV

Il piano educativo

Le educatrici propongono un laboratorio pratico in cui i bambini possono esprimere la loro creatività e attività più mnemoniche (apprendimento di poesie o canzoncine). Il laboratorio è il luogo in cui avviene l’apprendimento: il bambino, attraverso la stimolazione dei cinque sensi, elabora gli stimoli sensoriali e costruisce inconsapevolmente la propria personalità.

 

Oltre alle attività strutturate, sono previsti anche momenti per il gioco libero e per lo svago. Anche il non fare è un’attività fondamentale perché serve ai bambini per metabolizzare i contenuti didattici appresi. Il gioco è il modo più naturale per costruire i propri modelli di conoscenza e di comportamento e permette alle educatrici di comprendere i progressi nel linguaggio, nei movimenti o nell’organizzazione del pensiero.

Il lunedì viene dedicato al gioco euristico, lo strumento principale per educare i bambini in questa fascia di età perché stimola l’utilizzo dei cinque sensi e accresce la consapevolezza dell’ambiente circostante. I giochi di manipolazione permettono di acquisire un maggior coordinamento oculo-manuale. I materiali utilizzati sono malleabili (pasta di sale, carta, cartone) e consentono al bambino di esprimere liberamente la propria fantasia. Appartengono a questa categoria anche i giochi sensoriali, dove il bambino sviluppa la capacità di distinguere forme e materiali.

 

Un’altra tipologia di gioco sono i travasi, che favoriscono la conoscenza del rapporto tra contenente e contenuto e permettono al bambino di approcciarsi a dinamiche fondamentali come il rapporto fra causa ed effetto.

 

Il martedì è dedicato alla stimolazione della percezione uditiva: i bambini verranno stimolati nella produzione di suoni con bottiglie di plastica sigillate contenenti diversi materiali (riso, acqua colorata, sassolini) e strumenti musicali.

 

Il movimento del proprio corpo è un elemento vitale per lo sviluppo dell’immagine di sé e il mercoledì viene dedicato completamente alle attività motorie. Per l’occasione, la sala sonno viene allestita di volta in volta con materassi, un ponte (composto da tre materassi) e un cubo e i bambini vengono sollecitati a compiere un percorso stabilito o a muoversi in completa libertà.

 

Il giovedì è il giorno delle attività grafiche e pittoriche che offrono al bambino l’immediata consapevolezza del prodotto del suo lavoro: pennarelli, matite e tempere consentono di sperimentare forme e colori. L’ultimo giorno della settimana è dedicato alla lettura, una delle attività più importanti per lo sviluppo linguistico e cognitivo.

 

Ogni venerdì, le educatrici leggeranno una favola diversa e estrapoleranno un episodio significativo che i bambino dovranno rappresentare su carta.

Contattaci

info@benedettoxvinternationalschool.com
T. +39 3711520802