Bilinguismo

Nell’età adulta la capacità di parlare fluentemente almeno una seconda lingua è considerata, in ambito sociale e professionale, una qualità vantaggiosa. Negli ultimi anni si è finalmente accettato che già dall’età della formazione, molti sono i giovamenti derivanti da un’educazione bilingue. Specifici sono infatti i benefici per i più piccoli che decidono di allargare il proprio percorso formativo: il cosiddetto “vantaggio bilingue” in grado di allenare la mente ad un costante esercizio.


Nei primi decenni del secolo passato si credeva erroneamente che una formazione bilingue comportasse effetti negativi quali il rallentamento delle capacità cognitive perché il cervello faticava a doversi confrontare con due universi linguistici. Studi successivi hanno però dimostrato come si trattasse di ricerche fatte con strumenti errati e metodologicamente fallaci, e la bontà di una formazione bilingue, anche precoce, è tornata ad essere sostenuta dalle scienze spazzando definitivamente via i pregiudizi negativi.

I vantaggi di un’educazione bilingue derivano principalmente dall’esercizio che una mente poliglotta deve effettuare, una vera e propria ‘palestra’ per il cervello. Esito di questo allenamento sono una serie di accresciute capacità che investono non solo l’area verbale ma anche quella esecutiva e cognitiva nel suo complesso. Tra queste risulta un’attenzione selettiva: visto che il bilingue è obbligato a selezionare costantemente il codice linguistico, ne risulta un costante allenamento dei processi cognitivi.

Il bilingue per poter gestire entrambi i linguaggi impara giocoforza a risparmiare risorse e questo si rivela un vantaggio non da poco anche quando l’impegno cognitivo è diverso dal parlare o leggere; in altri termini il bilingue ‘accende’ le sole aree del cervello necessarie per svolgere compiti specifici, risparmiando quindi energie e risorse. Allena inoltre le capacità di inibizione, visto che deve costantemente inibire uno dei sistemi linguistici, allenando, di conseguenza, la capacità di gestire le risposte impulsive.

Altra abilità che risulta sviluppata da un’educazione bilingue è quella di anticipazione, non solo nello specifico ambito linguistico, ma anche in contesti sociali differenti.

Allenare la mente a lingue diverse inoltre aiuta la memoria, infatti chi ha appreso più lingue sin da piccolo impara prima a leggere e ha una mente più astratta riuscendo più brillantemente nei piccoli grandi problemi quotidiani.

Il poliglotta è un uomo più libero.
Rudolf Steiner, famoso pedagogista.

Contattaci

info@benedettoxvinternationalschool.com
T. +39 3711520802

 

ORARI
Lun/Ven 7:30 18:30
Sabato 9:00 13:00

Un sabato sera al mese “Serata libera ai genitori”